I medici di famiglia a Firenze per il 36° Congresso Nazionale SIMG

La video intervista al Presidente SIMG Claudio Cricelli

claudio cricelli presidente simg
di Redazione Intermedia

28 novembre, Firenze - Si apre oggi il 36° Congresso Nazionale della Società Italiana di Medicina Generale e delle Cure Primarie (SIMG), che fino a sabato coinvolgerà pi di 3.000 clinici in una tre giorni di confronto e approfondimenti. Ma si tratta anche di una grande occasione di formazione.

Il presidente SIMG Claudio Cricelli ci parla infatti di una "doppia anima" del Congresso. "Esiste infatti l'aspetto tradizionale nel quale si apprendono le novità più importanti negli ambiti che interessano al medico di famiglia (cioè tutti, dal diabete alle malattie respiratorie), ma poi c'è un 'secondo congresso': quello in cui si passa dalla teoria alla parte pratica".

Prosegue Cricelli: "Imparare la pratica clinica è un aspetto infatti più complesso da gestire, di solito viene fatto in uno studio medico o in ospedale. Ma da tanti anni alla SIMG utilizziamo per questi scopi dei manichini concepiti proprio per la pratica medica. Si tratta di strumenti molto sofisticati, che permettono di esercitarsi con esami o pratiche che una volta avrebbero richiesto un paziente vero. A SIMGLab ad esempio insegniamo a praticare una sutura. Una volta lo si faceva sulla pelle dei maiali, oggi abbiamo a disposizione pelli sintetiche. Questo esempio vale per molte altre pratiche che altrimenti richiederebbero tempi e costi enormi".