Verdure di maggio: come cucinare i fagiolini

Sani, nutrienti e ipocalorici. Sono i fagiolini: oggi scopriremo di più sulle loro proprietà e impareremo un modo facile e delizioso per servirli a tavola!

dieta fagiolini maggio ricetta
di Raffaele Deantoni

Roma, 14 maggio 2020 - Sani, nutrienti e ipocalorici. Sono i fagiolini, i verdi cugini dei fagioli che proprio nel mese di maggio hanno iniziato a fare la loro comparsa negli ortofrutta come verdura di stagione. Oggi scopriremo di più sulle loro proprietà e impareremo un modo facile e delizioso per servirli a tavola!

Un po' di storia

A differenza dei loro cugini, i fagioli, i fagiolini vengono raccolti e mangiati quando i loro semi sono ancora nel baccello e non sono ancora arrivati a maturazione. Questo ortaggio proviene nientemeno che dall'America Centrale: fino alla Scoperta dell'America in Europa esisteva un altro tipo di fagiolo, di origine asiatica, che fu rapidamente soppiantato dal parente americano. Infatti quest'ultimo era molto più facile da coltivare e aveva una resa quasi doppia rispetto al fagiolo europeo.

Le proprietà

Come dicevamo, i fagiolini hanno un apporto calorico bassissimo. Secondo i valori del'Istituto nazionale di ricerca per gli alimenti e la nutrizione, 100 grammi di fagiolini forniscono solo 31 kcal, e forniscono 2,1 g di proteine, 2,4 g di carboidrati per un totale di 2,9 g di fibre. 

I fagiolini hanno proprietà lassative; presentano un’azione antiossidante in grado di combattere i radicali liberi e possiedono un effetto antinfiammatorio. Il loro alto apporto di fibre aiuta a tenere a bada il colesterolo, ma non solo: svolge un'azione protettiva sulle mucose del colon e favorisce la digestione. Svolgono un ruolo protettivo per cuore e arterie, prevenendo ictus e infarto. Il contenuto di silicio, vitamina K e calcio presente nei fagiolini aiuta la salute delle ossa.

I fagiolini sono una preziosa fonte di vitamine, soprattutto del gruppo A e C, oltre all’importante contenuto di fibre e sali minerali, fra cui calcio, ferro, fosforo e potassio. In 100 g di fagiolini troviamo 89 g di acqua. Poveri di calorie, possono essere inseriti nei regimi ipocalorici e nella dieta dei diabetici.

Una ricetta per gustarli

Possiamo mangiare i fagiolini lessi, ma se cerchiamo una ricetta più saporita e sempre leggera, abbiamo quello che fa per voi. Sono fagiolini saltati col pane, l'ideale per far amare questo legume anche a chi è più diffidente.

Cosa ci serve:

- Fagiolini 500 g
- Pomodorini 10
- Pane bianco in cassetta 3 fette
- Parmigiano grattuggiato
- Origano secco 1 cucchiaino
- Olio extravergine d'oliva q.b.
- Sale fino q.b.
 
 
Se abbiamo comprato i fagiolini freschi, eliminiamo le due estremità con un coltello e sciacquiamoli con acqua bollente. Per cuocerli occorrerà farli lessare in acqua bollente per 15-20 minuti. 

Intanto che si cuociono, tagliamo a spicchi i pomodorini e facciamo a cubetti il pane in cassetta. Tritiamo il pane in un mixer aggiungendo le spezie e infine il Parmigiano.

Nel frattempo i fagiolini saranno cotti: scoliamoli e saltiamoli in padella con un filo d'olio insieme ai pomodorini. Dopo qualche minuto aggiungiamo il sale e lasciamo cuocere per 8 minuti.

Quando tutto vi sembrerà cotto e ben amalgamato, rovesciate in padella il pane tritato e mescolate. Quando il pane sarà ben dorato, è il momento di servire i vostri fagiolini!

...e se i fagiolini non sono il vostro forte, avete provato la nostra ricetta per le verze e patate gratinati?