Tumori, l'On. Carnevali presenta una mozione a tutela dei pazienti

FAVO: "Vivo apprezzamento per la mozione. Coglie appieno alcune delle necessità e i bisogni dei malati di cancro che stanno vivendo un periodo estremamente delicato"

tumore covid carnevale mozione favo
di Paolo Cabra

Roma, 23 ottobre 2020 – “I membri del Comitato Esecutivo della Federazione italiana delle Associazioni di Volontariato in Oncologia (FAVO) ringraziano – anche a nome delle 550 associazioni di pazienti federate – l’Onorevole Elena Carnevali per la risoluzione 7/00562 presentata alla Commissione Affari Sociali il 15 ottobre 2020, a seguito dell’Audizione informale sulla situazione dei pazienti affetti da patologie oncologiche durante l’emergenza epidemiologica da COVID-19. L’emergenza sanitaria, legata al Coronavirus, ha reso ancora più indispensabile e urgente la riorganizzazione dell’oncologia italiana. Spetta ora alle istituzioni, regionali e nazionali, sapere cogliere questa opportunità che ci è stata offerta da un evento tragico come la pandemia. Questo provvedimento coglie appieno le necessità e i bisogni degli oltre tre milioni e mezzo di persone che in Italia vivono con un tumore”.

La risoluzione impegna il Governo a prendere urgenti provvedimenti a favore dei pazienti oncologici in queste difficili settimane, contraddistinte da una brusca salita dei contagi da Covid-19. “Come rappresentanti dei pazienti – continuano i membri del Comitato Esecutivo – siamo profondamente convinti che per migliorare l’assistenza nel nostro Paese sia necessario dare piena attuazione al Piano oncologico nazionale, promuovere la realizzazione ed il pieno funzionamento di tutte le reti oncologiche regionali, potenziare l’accesso all’assistenza oncologica domiciliare/territoriale in ogni regione, migliorare il ruolo e le funzioni dell’infermiere di famiglia e sviluppare centri multidisciplinari di alta specialità”. Sono queste alcune delle proposte contenute nella recente risoluzione dell’Onorevole Carnevali.

La Risoluzione inoltre impegna il Governo a promuovere l’istituzione di un tavolo tecnico inter-istituzionale per l’adozione di linee di indirizzo/linee guida per la telemedicina e per gli altri servizi della sanità digitale.

“Le nuove tecnologie – per i componenti del Comitato Esecutivo di FAVO – rappresentano senza dubbio un’opportunità per i pazienti oncologici e comunque sono diventate imprescindibili durante i primi mesi della pandemia. Adesso ci troviamo di nuovo in una situazione purtroppo molto difficile e corriamo seriamente il rischio di minori accessi alle strutture sanitarie come avvenuto a marzo-maggio 2020. L’assistenza da remoto potrà in parte colmare le mancate visite diagnostiche o di follow up. La priorità, richiesta anche nel testo della mozione, deve essere quindi uniformare i programmi già esistenti di telemedicina attivati nelle varie regioni o aziende sanitarie. Bisogna infine predisporre opportune forme di incentivazione”. 

La risoluzione Carnevali è stata sottoscritta anche dagli Onorevoli Gilda Sportiello, Vito De Filippo e Nico Stumpo.